Refer a friend and get % off! They'll get % off too.

Viaggio ad Agarthi

Il progetto “Viaggio ad Agarthi” utilizza la fotografia stenopeica digitale per raccontare un viaggio di fantasia, eppure reale. I luoghi della Tuscia in cui ho ambientato questo racconto fotografico divengono un’astrazione grazie al potere del foro stenopeico, che sfuma i contorni, diffonde le luci e i colori.

Le foto non sono mai del tutto nitide, così come la nostra percezione della realtà, in effetti.

Mi sono ispirato, per le modalità narrative, al grande fotografo americano Duane Michals (nato in Pennsylvania nel 1932), considerato tra gli iniziatori di una nuova tendenza nelle arti visive: la Narrative Art.Quello che non posso vedere è infinitamente più importante di quello che posso vedere… i fotografi dovrebbero dirmi ciò che non so” sostiene il fotografo.

Mi sono inserito in questa linea, mostrando nei diversi luoghi una serie di presenze non ben definite, e interpretate da me stesso, allo scopo di far percepire l’alterità del luogo stesso, che è ciò che appare, ma può anche essere altro.

Credo sia il modo più diretto per arrivare ad Agarthi, regno sotterraneo mitico descritto, tra gli altri, da Willis George Emerson nel suo libro “The smoky god” riprendendo un altro mito simile, quello di Shambala. Si tratta di un luogo luminoso e armonico, dove vive un popolo pacifico di giganti, e si incontra una flora e fauna sconosciuti sulla superficie terrestre. Per accedere a Shambala come ad Agarthi esistono diverse strade, tutte difficili, come si conviene a un viaggio di tipo iniziatico.

You will get a PDF (2MB) file

€ 0.00

Pay what you want:
(minimum €0.00)

Buy Now

Discount has been applied.

Added to cart
or
Add to Cart
Adding ...